Karl Hartwig Kaltner
Le opere dal 2008 al 2010

L’esposizione presenterà in due differenti spazi milanesi una selezione di lavori recenti dell’artista austriaco (2008-2010).
Al Museo Diocesano si potranno ammirare olii su tela di grande formato, mentre al Forum Austriaco di Cultura saranno allestiti una serie di bozzetti per vetrate di chiese, realizzati a china su carta.

Formatosi tra l’Austria e l’Italia, dove ha frequentato l’Accademia di Brera, Kaltner ha sperimentato nel corso degli anni tecniche e stili differenti, dalle litografie, dal collage alle installazioni.
Attratto fortemente dalla musica di Gustav Mahler, l’artista definisce se stesso un compositore, che realizza veri e propri “paesaggi interiori”, prendendo spunto dalla poetica informale.
Kaltner, ispirandosi alla natura, ma nello stesso tempo allontanandosi da essa, crea dei ritmi che tracciano immagini armoniose ed eteree. Infatti, l’elemento spirituale, così come la continua tensione verso il trascendente, sono sempre presenti nei suoi lavori.
Quella di Kaltner è una pittura calma e armoniosa, che coinvolge lo spettatore nella sua personale ricerca del divino.

L’iniziativa è stata realizzata con il gentile sostegno di Regione di Salisburgo, del Comune di Salisburgo, della casa d’aste viennese Dorotheum e di Glas Peter.

Accompagna l’esposizione un catalogo bilingue (italiano/tedesco) con testo critico di Paolo Biscottini.

Advertisements